When:
16 febbraio 2019 @ 17:00 – 18:30
2019-02-16T17:00:00+01:00
2019-02-16T18:30:00+01:00
Where:
Via Antonio Furitano
90145 Palermo PA
Italia
Cost:
13 euro PROMOZIONE FAMIGLIA: adulto 7.5- bambino 5
Contact:
0916819122\0916828958

img19

ideazione e Regia

Ferrante\ De Grandi

con

Pietro Casano

Micaela De Grandi

Valentina Ferrante

 

 

 

 

Quanta televisione, internet e quanta irrealtà vengono propinati ai bambini di oggi pur di farli star buoni davanti ad uno schermo, isolandoli e spegnendo la loro fantasia? “Fuori dagli schermi” racconta la storia di Gigetto, un bambino a cui importa poco studiare e confrontarsi e che passa il suo tempo davanti agli schermi di casa, guardando programmi spesso poco adatti alla sua età. E se un giorno mettendo in ordine la soffitta, tra gli scatoloni, saltassero fuori tanti personaggi bizzarri? Lì Gigetto, accompagnato da Samantha Reality, personaggio bislacco ed ignorante, proiezione del suo immaginario mediatico scoprirà infatti il “mondo dei giocattoli”, così ricchi di storie interessanti, con cui tessere dei legami importanti, con cui mettere in gioco la fantasia fino a sminuire pian piano, i miti televisivi. Tra gare di grammatica con il coinvolgimento del pubblico, in compagnia dei colti topolini che animano la soffitta, tra musica, poesia e danza qualunque piccolo uomo si sveglierebbe dall’isolamento in cui i nuovi marchingegni elettronici ci relegano. Alimentare la creatività e la condivisione (col gioco, con la lettura, con l’arte) è la sfida che oggi in una società altamente social e mediatica, ci si pone per “recuperare” il senso della collettività e della comunicazione reale e non virtuale, la conoscenza e il rispetto del “passato” (incarnato qui dai vecchi giocattoli), quello scambio di idee ed emozioni che si crea solo attraverso il contatto con altri occhi, altre mani, altre anime. Valentina Ferrante e Micaela De Grandi 

BANNED THEATRE

nasce a Catania nel febbraio del 2014 dalla collaborazione di artisti provenienti dalla Sicilia e dalla Puglia, e dopo quattro laboratori (“7 CALCI IN CULO“, “THE MANHATTAN PROJECT”, “DIZIONE E PUBLIC SPEAKING”, “LABORATORIO DI VOCE ED IN-CANTO CONSAPEVOLE”), ha già all’attivo le seguenti produzioni teatrali: la mise en espace “STORIA DI UNA CAPINERA” (per “Una notte al Museo” progetto del Comune di Catania); “DOSTOEVSKIJ CARNAVAL” (Roma Fringe Festival 2014, Cortile Platamone di Catania) tratto da “Dostoevskij trip” di Vladimir Sorokin, scrittore russo bandito da Putin; lo spettacolo sullo scrittore catanese Ercole Patti “LA VIE D’ARTISTE RACCONTATA DA MIA NIPOTE” (Castello Ursino, Catania); “SEGNI DI MANI FEMMINILI”, storia delle comunità ebraiche in Sicilia nel medioevo, scritto e realizzato nel 2015 per I ART al Palazzo della Cultura di Catania e rappresentato a Siracusa in rassegna estiva 2015, al Teatro Lelio di Palermo, al Teatro Margherita di Caltanissetta nella stagione 2015/2016, vincitore del Premio Nazionale Città di Leonforte 2016 “Gradimento del Pubblico”; LYSISTRATA che ha debuttato al CalatafimiSegesta Festival – Dionisiache 2016, in tournèe presso i Teatri di Pietra Sicilia 2017 e al Teatro Arcobaleno di Roma; “STUDIO PER CARNE DA MACELLO” in coproduzione con il Teatro Stabile di Catania; LE NUVOLE in prima assoluta per il Calatafimi Segesta Festival – Dionisiache 2017; LA FESTA DELLE DONNE, che ha debuttato al Calatafimi- Segesta Festival – Dionisiache 2018. La missione della compagnia punta alla creazione artistica in più forme, soprattutto quella teatrale, trovando nei suoi artisti le peculiarità più differenti e le competenze idonee alla divulgazione culturale con l’obiettivo concreto, date le esperienze internazionali, di portare il proprio lavoro a misurarsi col pubblico delle diverse nazioni. La connotazione artistica del gruppo è volta alla ricerca ed alla conoscenza delle culture di tutto il mondo, cercando nelle letterature di ogni latitudine, nelle musiche di ogni paese, nella cultura dei popoli più lontani, oltre che nella propria, la fonte della sua creatività. Questo si traduce nella scelta di testi di prosa da rappresentare molto rari, anche inediti o inediti in Italia, di autori banditi ed allontanati dalla propria nazione, tradotti in altre lingue, o testi scritti dai membri stessi della compagnia durante la loro ricerca, parlando sempre una lingua propria ed originale. La formazione e la ricerca sono i pilastri del progetto Banned Theatre.

Contatti Banned Theatre:

Web

Facebook