LETTO MATRIMONIALE / ANNO 2009

di Jan De Hartog regia di Giuditta Lelio con VIRGINIA ALBA, DINO SPINELLA, VALENTINA ENEA Musiche di Alessandro Uccello Scene Vincenzo Fornaia Costumi Carmela Maniscalco La coppia! Questo binomio fatto di entità contrapposte ma complementari, spesso mostra la fragilità di cui l’essere umano è costruito. Aspetti psicologicamente tortuosi, inquietanti, con abissi imperscrutabili che sfuggono alla comune logica. A volte, nel gioco della coppia, si commettono anche efferati delitti; nell’intesa può affiorare “tutto” nel bene e nel male. L’essere e l’apparire, nascondere e mostrare, confessioni misteriose che non si confidano neanche a se stessi. In questo testo emergono attraverso l’ arco della vita
Continua...

STORIA DI PINOCCHIO / ANNO 2001

Di Giuditta Lelio regia di Giuditta Lelio Una striscia bianca, un sentiero che da limpido e piatto diventa polveroso e buio, pieno di pietre e rovi, per poi tornare lucente. E’ il percorso, l’elemento costante, che accompagna Pinocchio nel suo cammino, nella sua storia, che lo indirizza e aiuta il pubblico ad attraversare quell’avventuroso e inquieto viaggio tra fanciullezza ed adolescenza, ed è tra paura e coraggio, tra lealtà e bugia, tra il bene e il male che si svelano le trasgressioni, le trasformazioni, le tentazioni di Pinocchio. L’inconsapevole Pinocchio, il burattino Pinocchio, e’ ancora puro e ingenuo, non distingue:il burattino,
Continua...

ALADINO, IL SUO GENIO E LA LAMPADA MAGICA / ANNO 2000

di Giuditta Lelio regia di Giuditta Lelio Questa lettura dovuta a Giuditta Lelio di “Aladino il suo genio e la lampada incantata”, nella scia di numerosi altri lavori della stessa autrice, proposti come lettura-trasformazione del genere fiaba, allude esemplarmente alla “Cenerentola” messa in scena lo scorso anno: e così per sventare ogni possibile assioma con operazioni di ricalco su mode disneyane, va interpretata proprio nei termini che la Lelio, con le operazioni teatrali intende rivendicare ai suoi testi fiabistici: cioè a dire , attraverso la favola e l’apparente costruzione fantastica, possono esplicarsi espressioni e valori, ideologia ed emozioni speciosi di un
Continua...

LA MANDRAGOLA, STORIA DI CALLIMACO E LUCREZIA / ANNO 1999

di Niccolo’ Machiavelli Regia di Giuditta Lelio con Piero Caretto, Antonietta Carbonetti, Franco Fiorini Un’erba sempre verde di Antonio Giordano Da molti parti si è voluta inglobare la produzione letteraria e drammatica di Machiavelli in quella politica, come se questi parti letterari o politici fossero frutto di uno stesso discorso, condotto in maniera diversa, con diverse argomentazioni, ma con uno stesso fine. Questa pretesa univocità, questo voler vedere in ogni frase dell’opera letteraria riferimenti e riprove per quanto concerne il pensiero machiavelliano è aspramente riprovata anche da Antonio Gramsci che, prendendo ad esempio due articoli di Vittorio Cian e di Guido Mazzoni,
Continua...