DAVIDE SANTACOLOMBA piano solo

MASSIMILIANO ARIZZI in “VI CANTO SANREMO”

BIANCANEVE NELLA BATTAGLIA

dic
15
gio
MASSIMILIANO ARIZZI in “VI CANTO SANREMO”
dic 15 @ 21:30 – 23:00

15078841_1943966555830630_6988312646729956409_n
Sarà un viaggio tra i migliori successi del Festival della Canzone Italiana dove la voce di Massimiliano Arizzi incanterà il suo pubblico con la sua timbrica vocale eccellente che dalla lirica al pop potrà esprimere tutte le sue emozioni. Lo accompagneranno la nuova voce del jazz palermitano Kate Worker e la Tromba di Giacomo Tantillo. Non mancherà la Big Band composta da :
chitarra e arrangiamenti Dorotea Pace
basso Massimo Cali’
tastiere Valerio Castorino
batteria Tonio Santoro
Cori Pietro Lo Piccolo e Rosy Megna
Vi lascio anche l’articolo di LiveMusicNews

dic
16
ven
BIANCANEVE NELLA BATTAGLIA
dic 16 @ 21:30 – 23:00

_BIANCA     VE_

                      NE

                      LLA BATTAGLIA_

Ensemble Junior Company

Ideazione, Regia e Coreografia: Michele Pernice

Quanti di voi conoscono la storia di Biancaneve?

Tanti, certamente. Sarà capitato ad adulti e bambini di immedesimarsi nei personaggi della fiaba del 1937 : dalla principessa dalla pelle candida e dalle labbra rosse come il sangue, al principe Florian o, ancora, a uno dei buffi sette nani o magari in Grimilde, superba e vanitosa matrigna firmata Walt Disney, la corrispettiva Ravenna nel film Biancaneve e il cacciatore (2012, Sanders). Entrambe hanno affidato ad uno specchio la propria vanità per sentirsi “la più bella del reame” sognando il “principe azzurro”.

E se ci trovassimo già nel bel mezzo della battaglia tra la perfida matrigna e la dolce Biancaneve?

In un percorso che abbraccia la fiaba dei fratelli Grimm, il film d’animazione dalla happy ending della Walt Disney e il film Biancaneve e il Cacciatore, il neo-coreografo Michele Pernice catapulta lo spettatore all’interno della battaglia, trasmettendo emozioni e mettendo in scena, insieme all’Ensemble Junior Company di Marcello Carini, il proprio punto di vista in una sorprendente creazione coreografica.

Clicca qui per vedere la rassegna completa.

 

dic
22
gio
DAVIDE SANTACOLOMBA piano solo
dic 22 @ 21:30 – 23:00

PROGRAMMA :

Ludvig Van Beethoven
Sonata op.90 n° 27

I.Mit Lebhaftigkeit und durchaus mit Empfindung und Ausdruck
[Con vivacità e sempre con sentimento ed espressione]

II.Nicht zu geschwind und sehr singbar vorzutragen [Non troppo vivo e cantabile assai]

Johannes Brahms

Intermezzo op.117 n°3
Andante con moto
_________________________________________

Johan Sebastian Bach

Preludio e fuga Bwv 870

Fryderyk Chopin

Andante spianato e Grande Polacca Brillante.

IMG-20161109-WA0047_1478732205493[1]

CURRICULUM VITAE

DAVIDE SANTACOLOMBA
Ha conseguito il diploma Accademico in Pianoforte il 4 Marzo 2015 con il massimo dei voti, 10 cum laude, presso il Conservatorio ‘’Vincenzo Bellini’’ di Palermo sotto la guida della Prof.ssa Giovanna De Gregorio. Ha superato con il massimo dei voti l’esame di compimento medio e con la lode l’esame di nono anno. Ha studiato con pianisti di nota fama, tra cui Irina Plotnikova (Conservatorio di Mosca); Christian Muller (Franz Liszt School of Music di Weimar); Giuseppe Andaloro, celebre pianista vincitore di grandi concorsi, tra cui Busoni ed Honk Kong Competition; Roberto Plano vincitore del concorso Van Cliburn, premio Cleveland e docente presso la Boston University. Si è accostato al repertorio antico con Enrico Baiano, docente presso il Conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino. Ha preso parte a molti seminari per l’approfondimento nella didattica musicale, obiettivo principale del master attuale, e per il perfezionamento delle tecniche pianistiche.
Ha preso parte a numerosi recital e concerti nella propria città, Palermo, tra cui quelli organizzati dal Conservatorio‘’Vincenzo Bellini’’ per eventi di notoria importanza, quali quello per il Congresso AEC 2013, “Na nuttata tantu ranni” per il concerto di Natale nel dicembre 2013 presso l’oratorio di Santa Cita, e per il progetto “Pianisti in Sala Scarlatti”.
In occasione della presentazione del libro ‘’Tempo dorato’’ di Tommaso Romano, presso l’auditorium RAI di Palermo ha interpretato in diretta streaming musiche di Nino Rota e Franco Mannino.
Ha eseguito recital solistici presso la Parrocchia San Domenico in Bagheria, l’Oratorio della Pace in Palermo e presso il centro congressi di Sant’Alessio Siculo in Taormina.
Ha partecipato alle prove semifinali del XXIV Concorso per l’attribuzione di premi a studenti degli istituti di Alta Formazione Musicale svoltesi nel Salone degli Affreschi della Società Umanitaria. È stato premiato al XX Concorso Nazionale “Benedetto Albanese” di Caccamo (PA) ed al XIX Concorso Rotary di Teramo.
Dopo aver superato una severa selezione, in aprile 2016 è stato ammesso al Master of Art in Music Pedagogy-Strumental/Vocal and Music Education presso il prestigioso Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano, in Svizzera, nel quale studia pianoforte nella classe della Prof.ssa Anna Kravtchenko, una delle più grandi figure del pianismo odierno, vincitrice del premio Busoni a soli 16 anni.
Frequentemente tiene concerti solistici di musica da camera ed accompagnamento per canto liederistico in Svizzera ed in Italia. Durante le sue esibizioni, spesso, inserisce spazi dedicati alla libera improvvisazione pianistica e solistica attraverso la quale trasmette la sua grande sensibilità artistica, il talento musicale, creando idee e frasi musicali completamente estemporanee.
Ha partecipato alle severe pre – audizioni per il secondo festival ‘’Beats of Cochlea’’ promosso dall’Università di Chopin in Varsavia ed è risultato idoneo al proseguimento insieme ad altri 32 concorrenti scelti tra le centinaia di artisti del mondo che hanno tentato di superare la prova. Durante il festival, effettuatosi in Varsavia dal 10 al 13 luglio 2016, ha avuto l’onore, nonché la gioia, di essere ammesso tra i dieci finalisti nel mondo e partecipare al Gran Concerto di Galà tenutosi presso il celeberrimo teatro “Concert Hall della Fryderyk Chopin University of Music”. L’evento è stato seguito tramite le tv nazionali e i media dell’intera nazione Polonia. Calorosi e lunghi gli applausi dell’entusiasta pubblico dopo l’esibizione, molti i complimenti ricevuti dalle autorità presenti, che a fine concerto hanno consegnato una statuetta di riconoscimento e premiazione. Grande l’apprezzamento della giuria stessa, composta da famosi artisti e professionisti in campo musicale, che durante le audizioni in quel di Varsavia ha manifestato il proprio consenso con standing ovation e congratulandosi con il giovane Maestro. Al rientro in Italia, il pianista ha ricevuto lettere di ringraziamento e di elogio da parte degli organizzatori del festival e dall’ illustre prof. Skarzynski, grande luminare nella ricerca scientifica e nell’esecuzione di impianti cocleari, che lo ha nominato “ambasciatore nel mondo” per gli ipoudenti e per tutti coloro che, come Davide, credono nel sogno della loro vita e riescono a realizzarlo malgrado i limiti e gli ostacoli che la vita stessa impone. “Davide Santacolomba è la prova vivente che una disabilità non è necessariamente un limite e, infatti, ha raggiunto importantissimi traguardi artistici e professionali incantando il pubblico con la sua musica ed il suo carisma”, queste le parole dell’illustre Professore e pensiero unanime da parte di chi lo ascolta nelle sue performance, nei suoi concerti.

IMG-20161109-WA0049_1478732204946[1] È apparso nel famoso programma ‘’Le Iene’’(in onda su Italia Uno) con un servizio a lui dedicato, incentrato sulla sua storia musicale insieme alla convivenza e alla sfida vinta nonostante i suoi problemi uditivi. Il servizio ha riscosso (e continua a riscuotere) grande successo, suscitando sempre notevole interesse per i mass media (è possibile visionare on demand la registrazione del video mandato in onda sul sito ‘’Le Iene’’ attraverso la ricerca del titolo del servizio ‘’Il Pianista Sordo’’).
Ha rilasciato numerose interviste a testate giornalistiche e riviste note, ed offerto la sua disponibilità a servizi giornalistici in tv. Proprio recentemente sono stati trasmessi i servizi della RSI 1 (primo canale della televisione della Svizzera Italiana) e da Rai 1, nel più importante notiziario italiano‘’Tg1’’; entrambi hanno parlato della vita e della carriera musicale dell’artista. Durante l’intervista di Isabella Schiavone, inviata speciale di Rai 1, oltre a mostrare il metodo originale, autonomamente cercato e adottato per far fronte ai problemi uditivi, e parlare del suo stile musicale, ha suonato alcuni brani di musica classica tra cui un preludio di Rachmaninoff op.23 n°4. Il servizio anch’esso intitolato ‘’Il pianista sordo’’ oltre a suscitare l’interesse dei mass media, dei social e di personaggi/musicisti di nota fama che lo hanno contattato per future collaborazioni, gli ha permesso di affermare e promuovere ancor di più il successo musicale e di dare immagine attraverso l’informazione.

Al link seguente è possibile visionare il servizio in streaming:

 

gen
19
gio
DORIAN
gen 19 @ 21:30 – 22:30

Associazione Mecenatia
Liberamente ispirato a Il ritratto di Dorian Gray di Oscar Wilde
Testi e regia: Chiara Giacopelli
Coreografia: Marcello Carini
Londra, 1800. Su una vecchia soffitta viene rinvenuto un antico ritratto. Sebbene siano passati quasi cinquant’anni, il soggetto del ritratto risveglia, in colei che lo ritrova, i macabri ricordi di un uomo immortale: Dorian Gray. Giunto a Londra ad ereditare la casa e il prestigio paterno, Dorian Gray entra inaspettatamente nella ricca società borghese, che rimane subito colpita dalla sua bellezza insolente e dalla sua classe, avvolta da una garbata ingenuità. Lord Wotton, ricco e cinico avvocato, conquista al di sopra di tutti la fiducia del giovane Dorian, che accanto a lui inizia un percorso di macabra trasformazione. A Basil Hallward, giovane pittore medio borghese, viene commissionato, da Lord Wotton, il ritratto del giovane Dorian Gray. Alla vista del proprio ritratto terminato, Dorian rimane ammaliato dalla propria visione, che si trasformerà in una vera maledizione.
Nel grande vortice della metamorfosi di Dorian, Sibyl Vane, la dolce fidanzata di Dorian, si ritrova travolta fino a morire suicida. Dopo la morte di Sybil, Lady Victoria, moglie di Lord Wotton, comincia a sospettare di uno strano potere del ritratto. Dopo la terribile morte di Basil Hallward, che aveva scoperto la sua omosessualità innamorandosi proprio di Dorian, Lady Victoria non ha più alcun dubbio: il ritratto è maledetto. Sarà proprio Lady Victoria a salvare, all’ultimo istante, la propria figlia, Emily, da un destino spaventoso.

Mecenatia_20.01.17

Clicca qui per vedere la rassegna completa.

gen
20
ven
DORIAN
gen 20 @ 21:30 – 23:00

Associazione Mecenatia
Liberamente ispirato a Il ritratto di Dorian Gray di Oscar Wilde
Testi e regia: Chiara Giacopelli
Coreografia: Marcello Carini
Londra, 1800. Su una vecchia soffitta viene rinvenuto un antico ritratto. Sebbene siano passati quasi cinquant’anni, il soggetto del ritratto risveglia, in colei che lo ritrova, i macabri ricordi di un uomo immortale: Dorian Gray. Giunto a Londra ad ereditare la casa e il prestigio paterno, Dorian Gray entra inaspettatamente nella ricca società borghese, che rimane subito colpita dalla sua bellezza insolente e dalla sua classe, avvolta da una garbata ingenuità. Lord Wotton, ricco e cinico avvocato, conquista al di sopra di tutti la fiducia del giovane Dorian, che accanto a lui inizia un percorso di macabra trasformazione. A Basil Hallward, giovane pittore medio borghese, viene commissionato, da Lord Wotton, il ritratto del giovane Dorian Gray. Alla vista del proprio ritratto terminato, Dorian rimane ammaliato dalla propria visione, che si trasformerà in una vera maledizione.
Nel grande vortice della metamorfosi di Dorian, Sibyl Vane, la dolce fidanzata di Dorian, si ritrova travolta fino a morire suicida. Dopo la morte di Sybil, Lady Victoria, moglie di Lord Wotton, comincia a sospettare di uno strano potere del ritratto. Dopo la terribile morte di Basil Hallward, che aveva scoperto la sua omosessualità innamorandosi proprio di Dorian, Lady Victoria non ha più alcun dubbio: il ritratto è maledetto. Sarà proprio Lady Victoria a salvare, all’ultimo istante, la propria figlia, Emily, da un destino spaventoso.

 

Mecenatia_20.01.17

 

Clicca qui per vedere la rassegna completa.

feb
9
gio
FIMMINA
feb 9 @ 21:30 – 22:30

Associazione PantArte
Compagnia Shameless di Luigi Iemma
Regia e coreografia: Luigi Iemma
Lo spettacolo avrà come tema l’eresia ed è interamente dedicato all’800 e alla stregoneria, terrore pagano dei popoli cristiani, dove anche gli innocenti vengono messi in discussione. La categoria maggiormente presa di mira è quella delle donne le quali, anche soltanto a causa della loro innata bellezza ed estrosità, vengono condannate. Il questo contesto, viene affrontato l’argomento attuale del femminicidio, in uno spettacolo in cui una fimmina (da qui il titolo) sarà l’interprete principale.

Clicca qui per vedere la rassegna completa.

 

feb
10
ven
FIMMINA
feb 10 @ 21:30 – 23:00

Associazione PantArte
Compagnia Shameless di Luigi Iemma
Regia e coreografia: Luigi Iemma
Lo spettacolo avrà come tema l’eresia ed è interamente dedicato all’800 e alla stregoneria, terrore pagano dei popoli cristiani, dove anche gli innocenti vengono messi in discussione. La categoria maggiormente presa di mira è quella delle donne le quali, anche soltanto a causa della loro innata bellezza ed estrosità, vengono condannate. Il questo contesto, viene affrontato l’argomento attuale del femminicidio, in uno spettacolo in cui una fimmina (da qui il titolo) sarà l’interprete principale.

Clicca qui per vedere la rassegna completa.

 

 

mar
24
ven
CASUAL
mar 24 @ 21:30 – 23:00

Ensemble Junior Company
Ideazione, Regia e Coreografia: Marcello Carini
La moda non deve mai decidere chi sei. È lo stile a decidere chi sei. E a perpetuarlo. (Quentin Crisp) Ricercare il comfort e l’originalità personale penso siano concetti e sensazioni innate. Compito arduo è trovare il coraggio di riuscire a mantenere la propria autenticità, senza farsi sommergere da comode convenzioni. Casual è un concetto europeo che nella moda enfatizza la ricerca del confortevole che si contrappone alle convenzioni delle uniformi. La moda evolve sotto l’impulso di un desiderio e cambia per effetto di una ripulsa. La saturazione porta la moda a buttare alle ortiche quello che fino a poco tempo prima adorava. Poiché la sua ragione profonda è il desiderio di piacere e di attirare, la sua attrattiva non può certo venire dall’uniformità, che è la madre della noia. (Christian Dior)

ENSEMBLE JUNIOR COMPANY_LOGO

Clicca qui per vedere la rassegna completa.

apr
7
ven
SOCIAL DANCE – VINTAGE SHOW RETRÓ
apr 7 @ 21:30 – 23:00

Associazione Swing and Shot Regia e Testi: Daniele Savarino Coreografie: Daniele Savarino e Claudia Funaro La filosofia e l’idea base è quella della divulgazione della cultura swing alle nuove generazioni: musicisti, cantanti, danzatori e attori messi a disposizione del pubblico per rappresentare un’atmosfera originale e ricreare una vicenda in cui lo spettacolo è la vicenda stessa! Ci troviamo negli anni trenta, all’ interno di un teatro che offre al suo pubblico un intrattenimento vario, una moda per quegli anni, andare a teatro e godere delle maestranze artistiche di musicisti, ballerini, mimi, performance originali tipiche di quel periodo storico. Le redini del teatro sono tenute da Mr. D, proprietario del night club, sostenuto dal direttore artistico e produttore Mr. Harp il quale, grazie alla sua esperienza, riesce a proporre a Mr. D tanti numeri di qualità. In quanto night club, la priorità è coinvolgere e fare divertire il pubblico, quindi lo spettacolo è assolutamente rivolto in modo interattivo con e verso gli spettatori. Si prospetta, quindi, un tripudio di informazioni che raccontano, attraverso lo strumento teatrale e musicale live, tutte le straordinarie risorse culturali che ci hanno lasciato quegli anni.   swing shot_07.04.17   Clicca qui per vedere la rassegna completa.

apr
21
ven
A CHE SERVONO GLI UOMINI?
apr 21 @ 21:30 – 23:00

Associazione Il Carrozzone
di Garinei e Giovannini
Regia: Lamberto Cosenza
Musiche: Giorgio Gaber
Una donna intraprendente vive la sua vita convinta che gli uomini non servano per andare avanti. Ha solo un desiderio forte: diventare mamma senza sposarsi.
Solo alla fine scoprirà a cosa servono gli uomini.

ilcarrozzone_21.04.17

Clicca qui per vedere la rassegna completa.

Facebook-SLIDES