ANTIGONE

DONNE D’AMORE UCCISE

LA VOCE UMANA

LA TEMPESTA

FAR FINTA DI ESSERE…GABER!

mar
6
ven

FAR FINTA DI ESSERE…GABER!

mar 6 @ 21:15 – 23:15

VENERDI  6 marzo  h 21.15

FAR FINTA DI ESSERE… GABER!

foto spettacolo Gaber

con Massimiliano Geraci

e con le canzoni eseguite dal vivo da

Riccaldo Serradifalco, Dario Sulis, Diego Spitalieri, Tommaso Chirco

tu chi sei?

Io mi chiamo G

no, non hai capito, sono io che mi chiamo G

no, sei tu che non hai capito, mi chiamo G anch’io

Raccontare, far conoscere Giorgio Gaber alle nuove generazioni, il suo teatro canzone unico nel suo genere, il suo pensiero approfondito rispetto ala società, alla politica, alla visione del mondo, rispetto alla democrazia.

Uno spettacolo che scorre tra letture, ricordi, video e canzoni, un momento per continuare a sorridere e pensare, come Gaber ci ha sempre insegnato a fare con il suo teatro-canzone.

mar
13
ven

DONNE D’AMORE UCCISE

mar 13 @ 21:15 – 23:15

donne

VENERDI 13 MARZO h 21.15

DONNE D’AMORE UCCISE

di Giuditta Lelio

Testo e Regia di Giuditta Lelio

con

Danila Laguardia e Micaela De Grandi

Spettacolo  ideato e diretto da Giuditta Lelio che affronta questa dolorosa prova di scrittura, attraversando un percorso difficile e spaventoso, perchè il teatro è da sempre chiamato a testimoniare la verità.

Vuole così entrare nella trama dei fili intrecciati del complesso universo femminile, viaggiando nella letteratura di tutti i tempi: da Antigone a Desdemona fino alle cronache attuali.

In scena un abito da sposa, simbolo della donna, della vita di coppia, dell’unione, dell’appagamento emotivo dell’innamoramento, della passione, e due donne, che daranno voce ad altre che, uccise, non possono gridare il loro diritto alla vita.

mar
26
gio

Tutta ‘n’ ata storia – Tributo a Pino Daniele

mar 26 @ 21:30 – 23:30

locandinatributopinodaniele

Il saluto appassionato di Palermo a Pino Daniele è  un evento concerto da non perdere.

L’omaggio all’ artista è  di  Margherita Avvento una delle voci più esplosive ed appassionate della scena palermitana, supportata dal piano e dagli arrangiamenti di Roberto Mezzatesta, e da una line-up di primo piano, con Orazio Maugeri ai sassofoni, Davide Rinella all’armonica cromatica e alle chitarre, Gaetano Messina al basso e Antonino Anastasi alla batteria.

Il tributo si focalizza sul Pino Daniele della ‘superband’, sugli album e le canzoni che costituiscono probabilmente il suo più grande lascito alla musica; le canzoni per le quali sarà ricordato come poeta straordinario e creatore di quel nuovo codice musicale che ha fatto la storia del “neapolitan power” e della musica italiana in generale.

Non solo un omaggio alle grandi e popolari canzoni-simbolo di Pino Daniele, le immancabili “Napul’è”, “Terra mia”,”A me me piace ‘o blues”,”Yes I know my way”, ma in una prospettiva più generale un tributo alle sonorità, alla potenza comunicativa, al pensiero di quella musica genuina e innovativa che a partire dalla metà degli anni ’70 e in modo maturo e completo nei primi anni ’80 mise insieme, grazie all’intuizione di musicisti come James Senese e Pino Daniele, la melodia di Napoli con il blues, il rock e la fusion americana d’avanguardia.

 

Il biglietto ha il costo di 10 euro e può essere acquistato presso la Galleria  Caffè 149, in via Cavour  accanto a Feltrinelli.

In alternativa può essere contattato il numero 3495049245 con la possibilità di avere recapitato il biglietto a casa.

apr
17
ven

ANTIGONE

apr 17 @ 21:15 – 23:15
ANTIGONE @ Palermo | Sicilia | Italia

VENERDI 17 APRILE h 21.15

ANTIGONE

di Sofocle

Regia di Giuditta Lelio

Cast da definire

è in scena il Mito.

Antigone, personaggio carico di contenuti simbolici, emblema dell’emancipazione femminile e della libertà di coscienza che si contrappone ad ogni forma di soppraffazione, che sacrifica la vita per dare sepoltura al fratello contrapponendosi all’arroganza del potere.

I personaggi agiscono in uno spazio scenico che, ridisegnando il profilo dell’antico teatro greco, si dilata e si perde nell’infinito, in una dimensione che diviene metafisica e metastorica, così come Antigone, figura fuori dal tempo e fuori da ogni riduttiva connotazione fisica.     

Facebook-SLIDES